Ecosostenibilità

ecosostenibilità

Il Polistirene Espanso Sinterizzato (EPS) è riciclabile al 100%.
La sua rigenerazione non è solo una possibilità ma una realtà di fatto. Può essere compattato e avviato al recupero energetico, una forma di riciclo importante perché in grado di assorbire scarti di qualunque provenienza.
Il potere calorifico dell’EPS è di circa 10.000 Kcal/Kg.
Le maggiori quantità di scarti in polistirene giunti a fine vita provengono dal settore imballaggio, in particolare dal packaging florovivaistico, alimentare e industriale.
L’EPS è atossico, inerte e non contiene clorofluorocarburi (CFC) né idroclorofluorocarburi (HCFC).
Non avendo alcun valore nutritivo, a differenza di altri materiali alternativi, non viene attaccato da funghi, batteri o microrganismi diversi.
L’analisi svolta delle influenze dei fattori ambientali, mostra che esso può garantire per un periodo illimitato le prestazioni che gli vengono richieste. Ciò è dimostrato da anni di esperienza applicativa su scala vastissima e da numerose verifiche delle caratteristiche, effettuate su EPS in opera da decenni.

Rispettare l’ambiente oggi, domani, sempre…

 

Questo è l’ambizioso obiettivo che REXPOLgroup intende raggiungere entro i prossimi anni.
Il percorso definito dalla Divisione Ricerca & Sviluppo ha coinvolto tutte le principali funzioni aziendali, in particolar modo la Divisione Qualità.

Nella definizione degli obiettivi a medio termine, è stato deciso di accertare fin da subito l’impatto ambientale dei due principali prodotti in EPS immessi nel mercato dei “sistemi a cappotto”: la lastra REXPOL cappotto white EPS 100 e la lastra DARK8 DT EPS 100.

lastre sistemi a cappotto

IL CICLO DI VITA DEL PRODOTTO

Nel rispetto della metodologia dell’Analisi del Ciclo di Vita LCA (Life Ciycle Assessment) a sua volta regolata dagli standard internazionali ISO 14040, per quasi 18 mesi sono stati monitorati e migliorati i principali fattori che incidono nella realizzazione di questi prodotti, quali:

  • Estrazione e manifattura della materia prima (polistirene granulare)
  • Generazione di elettricità, vapore e calore da risorse primarie di energia
  • Trasporto esterno ed interno
  • Manifattura del prodotto (espansione e maturazione granuli, stampa su blocchiere, sagomatura a taglio)
  • Trasporto di rifiuto al sito di trattamento
  • Trattamento del rifiuto dal processo manifatturiero
  • Emissione e scarichi idrici
  • Trasporto dal cancello di produzione al sito di costruzione (quindi all’utilizzatore)
  • Scenario di fine vita

Questa attività, soggetta al controllo di un Ente terzo, ha determinato l’ottenimento della ETICHETTA AMBIENTALE EPD (Environmental Product Declaration), ovvero di un documento verificato e registrato che fornisce informazioni trasparenti e comparabili sul Ciclo di Vita e sull’impatto ambientale di un ben determinato prodotto.

certificato EDP